Conad

Nata il 13 Maggio 1962 dalla volontà di ammodernare il dettaglio tradizionale attraverso lo sviluppo dell’associazionismo tra imprenditori indipendenti, la CONAD è sempre rimasta fedele ai valori ed alla matrice cooperativa che hanno contraddistinto la sua nascita, perfezionando negli anni la propria mission che oggi verte su tre obiettivi fondamentali:
- Sviluppare la cooperazione tra imprenditori indipendenti e rinnovare
l’impresa commerciale al dettaglio;
- Accrescere la redditività delle imprese associate migliorando la qualità
nel servizio e nell’offerta al consumatore;
- Costruire un’impresa attenta alle problematiche sociali.
Per sviluppare il proprio progetto imprenditoriale, la cui forza risiede da sempre nel consentire agli imprenditori del dettaglio di cogliere tutte le opportunità offerte dalla moderna distribuzione, CONAD ha adottato nel tempo strategie differenziate in relazione alle diverse esigenze del mercato: - Tra gli anni ‘60 e ‘70 CONAD ha privilegiato l’allargamento della base sociale, con l’obiettivo di raggiungere una “massa critica” di grande entità;
- A partire dalla metà degli anni ’70, l’attenzione si sposta sull’ammodernamento della rete di vendita attraverso la strategia di canalizzazione, sulla concentrazione fra le cooperative e sul valore aggiunto del servizio reso alla clientela. Questa strategia ha portato CONAD ad una progressiva riduzione del numero di punti vendita associati, alla quale è corrisposto un costante incremento della superficie di vendita e del fatturato;
- Dagli inizi degli anni ‘90 CONAD si è concentrato sulla rivisitazione del proprio modello organizzativo. Discendono da questa strategia la progressiva specializzazione dei Centri Distributivi e gli accorpamenti avvenuti tra cooperative, finalizzati ad elevare la qualità dei servizi agli associati, aumentare la dimensione e la competitività delle imprese sul territorio, ottenere una catena decisionale più agile e conseguentemente offrire al cliente un servizio migliore e più competitivo.
Oggi, CONAD, Consorzio Nazionale Dettaglianti è impegnato nel disegno di un nuovo modello organizzativo e di sviluppo, teso a migliorare ulteriormente le economie di scala e ad ottimizzare le sinergie gestionali; in particolare, sta operando sull’efficienza di alcuni passaggi cruciali per la competitività del proprio sistema, quali i costi della filiera distributiva, l’instaurazione di partnership con altri operatori del settore e con le aziende fornitrici, l’ottimizzazione delle formule commerciali e l’innalzamento degli standard di servizio al cliente. CONAD rappresenta oggi una delle realtà più importanti e dinamiche nel panorama della moderna distribuzione italiana: chiude il 2004 con una quota di mercato dell’ 12,2% e una presenza capillare sull’intero territorio nazionale.
I 2.961 punti vendita associati, suddivisi tra supermercati, negozi di prossimità, ipermercati e superstore, hanno espresso nel 2004 un giro d’affari di oltre 7.000 milioni di euro. In un contesto in rapida evoluzione, dove la competizione si va progressivamente polarizzando nel confronto tra gli operatori nazionali e i grandi gruppi europei, CONAD conserva un ruolo da protagonista, dimostrando di essere una fra le insegne più dinamiche dello scenario nazionale grazie alla capacità di adattare costantemente il proprio modello organizzativo alle diverse esigenze del mercato.
Conad pone al centro della sua missione la centralità del socio/imprenditore e la fedeltà ai principi cooperativi. La partecipazione consapevole dei soci e la proprietà diffusa sono i connotati peculiari che rendono Conad una realtà unica sul mercato. Cooperazione, imprenditorialità, efficienza e attenzione al cliente sono i pilastri su cui Conad costruisce il proprio futuro di impresa moderna e competitiva.
La struttura organizzativa di CONAD è improntata a favorire maggiormente l’integrazione dell’azienda nel contesto sociale in cui il consumatore vive quotidianamente.

di Luigi Iaccarino [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina