Gruppo Mastrotto

La storia del Gruppo, inizia alla fine degli anni Cinquanta grazie al pionierismo di Arciso Mastrotto e dei suoi familiari che fondano la Conceria Mastrotto. La famiglia Mastrotto all’epoca fu una delle prime a dedicarsi alla lavorazione della crosta7, un sottoprodotto della pelle che non aveva all’epoca nessun valore di mercato. Nel 1981 l’azienda chiude con 19 miliardi di lire in attivo. Tale successo è dovuto al fatto di essere l’unica ditta a produrre crosta e ha permesso quindi un’espansione sul mercato. Questa conceria si è sviluppata fino a diventare una realtà industriale che occupa 1.600 dipendenti (con le consociate estere) e fattura annualmente oltre 350 milioni di euro.
La costante applicazione e l’impegno alla lavorazione della pelle, hanno portato a creare una vasta gamma di articoli in pelle destinati all’industria calzaturiera, dell’arredamento, della pelletteria, dell’automotive e dell’abbigliamento. Ricerca, innovazione e capacità di anticipare le nuove tendenze sono le linee guida che permettono di essere leader nel settore. La caratteristica fondamentale sta nell’ideare soluzioni innovative, unita ad un talento per esaltare la bellezza della pelle.
La Conceria Mastrotto, fondata nel 1958, è la “culla” del Gruppo; nata per prima, non ha mai smesso di rappresentare il punto di riferimento e ancora oggi ospita il “cuore” direzionale ed organizzativo del Gruppo. Produce pelli bovine e croste scamosciate, pigmentate al poliuretano per calzature, pelletteria, arredamento e automotive, croste scamosciate per abbigliamento. Resistenza, idrorepellenza, traspirabilità, morbidezza ed eleganza sono le caratteristiche più apprezzate dei prodotti. Questa azienda è anche “la scuola di idee” del Gruppo, un’accademia di ricerca e sperimentazione dove si sviluppano innovativi articoli destinati a “fare moda”, dove nascono i colori e le nuances naturali che si vedranno poi sul mercato.

di Lara Dal Maso [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina