Giorgio Armani

Il Gruppo Armani è tra le aziende di moda leader nel mondo. Il Gruppo disegna, produce e distribuisce prodotti di moda, abiti, accessori, occhiali, orologi, gioielli, cosmetici, profumi, mobili e complementi d’arredo, con i seguenti marchi: Giorgio Armani, Armani Collezioni, Emporio Armani, AJ | Armani Jeans, A/X Armani Exchange, Armani Junior e Armani Casa. L’ esclusiva rete distributiva del Gruppo comprende 59 boutiques Giorgio Armani, 11 negozi Armani Collezioni, 122 negozi Emporio Armani, 71 negozi A/X Armani Exchange, 13 negozi AJ | Armani Jeans, 6 negozi Armani Junior, 1 negozio Giorgio Armani Accessori e 17 negozi Armani Casa in 37 Paesi nel mondo.
Fondata a Milano il 24 luglio 1975 da Sergio Galeotti e Giorgio Armani, dopo pochi mesi presenta già la prima collezione “prêt-à-porter” (Primavera/Estate 1976). Dopo un eccezionale primo anno di attività, la Giorgio Armani S.p.A. inizia ad ampliare il suo portafoglio clienti e aumenta la presenza della società in Europa;
- il 1978 segna un’ importante svolta nella storia dell’ azienda con il contratto di licenza con GFT (Gruppo Finanziario Tessile), che le offre la possibilità di investire in una nuova sede che comprende diversi showroom e uffici stampa; o nel 1979 la Giorgio Armani S.p.A. inizia l’ attività oltreoceano con la fondazione di Giorgio Armani Corporation negli Stati Uniti. Alla fine degli anni ‘70 la Giorgio Armani S.p.A. diventa una delle principali case di moda a livello internazionale e lancia diverse nuove linee: Le Collezioni, Armani Junior, Giorgio Armani accessori, underwear e swimwear;
- nei primi anni ‘80 la società stabilisce un importante accordo di licenza con L'Oreal (ex H. Rubenstein) per i profumi e lancia le linee Emporio Armani e Armani Jeans. Nello stesso periodo l’ azienda apre il primo negozio Emporio Armani (Milano), seguito dall’ apertura della prima boutique Giorgio Armani (Milano). La Giorgio Armani S.p.A. inizia inoltre a rafforzare gli uffici commerciali e marketing della società e pone i valori dei suoi marchi e la filosofia di gestione;
- nella seconda metà degli anni ‘80 la Giorgio Armani S.p.A. prosegue l’ espansione oltreoceano della società, con l’ apertura di Giorgio Armani Japan avvenuta tramite una Joint Venture3 con Itochu Corporation e Seibu Department Store nel 1987, seguita da un contratto di licenza per gli occhiali con Luxottica S.p.A. nel 1988. Al fine di aumentare il controllo su qualità e distribuzione dei prodotti, la Giorgio Armani S.p.A. persegue una serie di investimenti azionari che attualmente comprendono la società Intai S.p.A. (100%) e Antinea S.r.l. (100%), e Simint S.p.A. (100%) la cui totalità azionaria è stata acquisita nel 2001;
- nel 1999 l’azienda ha creato una nuova Divisione Accessori e iniziato la vendita ecommerce attraverso il sito armaniexchange.com negli Stati Uniti;
- il 2000, anno del 25° anniversario della Giorgio Armani S.p.A., l’ azienda ha acquisito le attività di produzione della linea uomo Armani Collezioni e le attività di distribuzione e di vendita dei marchi Armani Collezioni e Mani negli Stati Uniti. L’ azienda ha anche lanciato il sito web globale, costituito una joint venture con il gruppo Zegna (51% Armani, 49% Zegna) per la produzione e distribuzione del business uomo delle linee “Armani Collezioni” nel mondo, lanciato le linee Giorgio Armani Cosmetics e Armani Casa, e aperto il grande negozio “flagship” Armani/Via Manzoni 31;
- nel 2001 è stato fatto dal Gruppo Armani un altro passo fondamentale della strategia tesa a ottenere un maggior controllo degli aspetti produttivi e distributivi delle diverse linee, e che enfatizza ancora una volta il valore dell’etichetta “Made in Italy” per tutte le sue linee di prodotto attraverso la creazione di una società in Joint Venture con la Vestimenta SpA, licenziataria del Gruppo Armani fin dal 1979, per la produzione e la distribuzione della prima linea Giorgio Armani uomo e donna. L’ azienda ha anche aperto il primo negozio Giorgio Armani Accessori e un quartiere generale in occasione del quale ha inaugurato il nuovo Armani/Teatro progettato dall’ Architetto Tadao Ando;
- nel 2002 gli investimenti del Gruppo nella rete retail sono continuati a ritmo sostenuto con l’ apertura di 30 nuovi negozi nelle città più strategiche a livello mondiale, tra cui, a Hong Kong, l’ Armani/Chater House, un nuovo negozio multibrand di 3.000 metri quadrati che segna l’ inizio di un importante programma di investimenti nel settore retail in Cina; sono inoltre stati rinnovati 16 negozi già esistenti. Sul fronte industriale, sono state completate due importanti acquisizioni: Deanna S.p.A. per la produzione di maglieria di alta qualità, e Guardi S.p.A. che controlla quattro fabbriche specializzate nella produzione di calzature, al fine di garantire la crescita del Gruppo in questa strategica area di business. La relativa attività di produzione e commercializzazione ha avuto inizio con le collezioni primavera estate 2003. L’ ampliamento delle linee di prodotto è continuato nel 2002 con il lancio di due nuovi profumi, Armani Mania per uomo e Sensi per donna e con il lancio della linea Emporio Armani Gioielli; è aumentata la distribuzione della linea Armani Jeans in Giappone e negli Stati Uniti; è proseguito lo sviluppo di Armani Casa nel mondo attraverso l’ apertura di sette nuovi negozi a Milano, Istanbul, Zurigo, Hong Kong, Mosca, Marbella e Riyadh; è stata attribuita a Safilo una nuova licenza per la produzione degli Occhiali Giorgio Armani e Emporio Armani;
- l’ anno 2003 ha visto il Gruppo investire ancora una volta in maniera significativa nella propria rete retail con la ristrutturazione di 11 punti vendita e l’ apertura di circa 30 nuovi negozi, tra i quali il terzo negozio multimarca Armani a Monaco, Theatinerstrasse, 12, che si estende su una superficie di 1000 metri quadrati e che rappresenta il primo negozio Emporio Armani in Germania. Crescita anche per i profumi Emporio Armani, in franchising, con il lancio di Emporio Armani Night Lui e Lei. Inoltre l’ accelerata espansione dei punti vendita Giorgio Armani Cosmetics in negozi selezionati è il risultato dei sorprendenti dati di vendita nei negozi esistenti. I profumi Giorgio Armani uomo risultano i più venduti nel 2003 a livello mondiale;
- negli ultimi cinque anni il Gruppo Armani ha effettuato investimenti, completamente autofinanziati, per oltre 600 milioni di Euro. Tali investimenti sono stati destinati ad importanti attività strategiche, tra cui l’ ampliamento della capacità produttiva, l’ espansione e il rinnovamento della rete retail, la diversificazione delle linee di prodotto e il rinnovo del quartier generale di Milano;
- nel 2004 il gruppo Armani conferisce a Wolford una licenza pluriennale per la produzione e la distribuzione mondiale di una nuova linea di calze, collant e bodywear Giorgio Armani. Inoltre il Gruppo sigla un accordo di partnership con EMAAR Properties per l’ apertura nei prossimi sette anni di 14 hotel e resorts di lusso.
Viene aperto anche Armani/Three on the Bund a Shangai, il quarto multi-concept store che include la boutique Giorgio Armani, il negozio Emporio Armani, Emporio Armani Caffè, Armani Fiori e Armani Dolci. Lancio del profumo Sensi White Notes profumo per la donna.

di Serena Cattani [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina