Bosch

Il primo passo sui mercati mondiali è stato compiuto da Robert Bosch, già nel 1898, con l'apertura di una rappresentanza in Gran Bretagna e della prima fabbrica oltre oceano, negli Stati Uniti, nel 1909.
Oggi, l'azienda è presente con filiali e consociate in 50 paesi. Con 227 unità produttive, di cui 171 al di fuori della Germania, ed un'organizzazione internazionale di vendita e di assistenza, la rete Bosch garantisce copertura e sinergie globali. Il Gruppo, attivo a livello internazionale, con un fatturato di oltre 34 miliardi di euro è tra le più importanti industrie della Germania e occupa circa 221.000 dipendenti, di cui il 55% fuori dalla Germania. Nel 2001 Bosch ha depositato brevetti per più di 2000 invenzioni, confermandosi una delle aziende più innovative. Fin dagli esordi a fine '800, infatti, prodotti e metodi innovativi contraddistinguono l'azienda, riconosciuta come fornitore di tecnica di prim'ordine. A livello mondiale, 18.550 fra scienziati, ingegneri e tecnici che operano nella Ricerca e Sviluppo applicano questa capacità innovativa nello sviluppo dei prodotti già esistenti e nella realizzazione di nuovi.
Nel 2001 gli investimenti in R&S ammontano a circa 2,3 miliardi di euro, che si sommano ai 2,4 miliardi di euro stanziati in Beni Patrimoniali.
La Divisione Tecnica per Autoveicoli è la più importante del Gruppo Bosch, con 23,2 miliardi di euro di fatturato, pari circa al 68 percento del fatturato totale e 143.400 collaboratori nel mondo. Nel 2001 ha investito in Ricerca e Sviluppo 1,9 miliardi di euro ed è anche per questo che Bosch si attesta come una delle più grandi aziende produttrici del settore a livello mondiale. La Divisione si articola in quattro macro aree di attività:
1. Tecnica di iniezione per motori a benzina e diesel
2. Sistemi di generazione dell'energia (starter, generatori, motorini)
3. Sistemi per la sicurezza attiva e passiva
4. Car multimedia (autoradio, sistemi di navigazione e di informazione per l'automobilista)
La Divisione comprende i settori Elettroutensili, Termotecnica, Elettrodomestici ed è attiva nei comparti dei Sistemi di Sicurezza, Reti a banda larga.
Il Settore Elettroutensili produce apparecchi elettrici, accessori e strumenti di misurazione. Con i marchi Bosch, Dremel e Skil, è uno dei principali produttori al mondo nel settore industriale, artigianale e del fai da te. Gli attrezzi da giardinaggio portano i marchi Bosch, Atco e Qualcast.
Bosch Termotecnica è uno dei leader a livello mondiale di caldaie a gas e uno dei più importanti produttori in Europa di scaldabagni a gas. I prodotti vengono commercializzati con i marchi Junkers, Vulcano, Worcester, Radson, e.l.m. leblanc, e Geminox. Nelle case, Bosch entra con la sua offerta di lavastoviglie, forni, cucine, piani di cottura, cappe aspiranti, frigoriferi, congelatori, lavatrici, lava-asciuga.
Gli Elettrodomestici sono prodotti dalla BSH Bosch und Siemens Hausgeräte GmbH, società a partecipazione paritetica al 50% Bosch-Siemens fondata nel 1967, che comprende anche i marchi Constructa, Gaggenau, Neff, Balay, Profilo, Thermador e ufesa. Nel 2001 la divisione Beni di consumo e tecnologie costruttive si è avvalsa di 39.300 collaboratori ottenendo un fatturato di 7,6 miliardi di Euro con 248 milioni di Euro in investimenti e 235 in investimenti nel solo settore di ricerca e sviluppo.

di Claudio Schepisi [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina