L'Unione Europea investe in Polonia

Finanziamenti all'orizzonte e opportunità per l'imprenditoria italiana

EURO 2012 in Polonia e Ucraina

L'Unione Europea ha strutturato un piano di finanziamenti a supporto di investimenti e imprese che intendono fare business in Polonia. Il paese, superata la transizione dall'economia socialista si appresta ad essere una delle più promettenti aree di crescita in Europa. Una buona governance politico-economica e i grandi investimenti in infrastrutture pianificati per ospitare EURO 2012 rendono la Polonia un paese attraente anche per gli investimenti di imprenditori italiani.

Con oltre 67 miliardi di euro la Polonia è il principale Paese beneficiario degli stanziamenti dell'Unione Europea per il periodo 2007-2013. I fondi sono necessari per finanziare grandi opere (autostrade, ferrovie, aeroporti, stazioni, hotel) e per colmare i divari di sviluppo tra le regioni dell’Unione.

Gli imprenditori italiani per comprendere le possibilità di investimento e le opportunità che derivano dall'intervento dell'Unione possono rivolgersi all'Ice (Istituto nazionale per il Commercio Estero), che promuove seminari di presentazione dei piani di investimenti infrastrutturali in Polonia ed in altri paesi dell'Est Europa.

I progetti legati all’organizzazione dell’Euro 2012 saranno realizzati soprattutto nell’ambito del Programma Operativo Infrastruttura e ambiente, con uno stanziamento di circa 27 miliardi di euro, e del Programma Operativo Economia innovativa, con uno stanziamento Ue di circa 8 mld di euro.

Le imprese italiane interessate a prendere parte ai progetti co-finanziati dall’UE hanno due possibilità:
- utilizzo diretto dei fondi, nel caso di un imprenditore che svolga attività economica registrata in Polonia attraverso la partecipazione ai bandi pubblicati dalle autorità;

- utilizzo indiretto dei fondi, attraverso l’esecuzione di opere, fornitura di impianti, tecnologie e servizi ad un beneficiario che realizzi un progetto co-finanziato dai fondi europei.

[Nell'immagine: Nuovi stadi, nuove infrastrutture in Polonia e Ucraina]

di Redazione Economia [Leggi i suoi articoli »]

Tesi Correlate

  • Aspetti regionali della transizione: la Polonia

    Un approfondimento su un paese che è cambiato in modo molto rapido negli ultimi 20 anni.»

  • La distribuzione di bevande in Polonia

    Un analisi dei canali distributivi del mercato delle bevandi e degli alcolici in Polonia. Dopo una breve introduzione all'economia polacca, la tesi tratta dell'approvigionamento di bevande dai mercati internazionali e passa in rassegna i principali attori coinvolti.
    Contiene dettagli sia sull'approvvigionamento che sulla distribuzione di bevande analcoliche che alcoliche, vino, birra e vodka in primis....»

  • La transizione verso il libero mercato: Polonia e Russia a confronto

    Un confronto interessante tra due pesi che dopo la caduta del muro di Berlino hanno abbandonato il 'regime centralizzato'. Entrambi hanno dovuto affrontare problemi gravosi quali iperinflazione, disoccupazione, calo della produttività e impoverimento della popolazione. Convertire l'intero apparato economico non è certo impresa semplice, ma oramai la transizione è pressochè ultimata. Da una parte però...»

Articolo Esterno

  • Agenzia per la Promozione all'Estero e l'Internazionalizzazione delle Imprese Italiane - Varsavia

    Un appoggio importante per chiunque intenda sfruttare le possibilità di business all'estero, nello specifico in Polonia. Si tratta dell'Agenzia per la Promozione all'Estero e l'Internazionalizzazione delle Imprese Italiane. Fornisce servizi di prima assistenza e informazioni di base sia per chi intende espandere la propria attività imprenditoriale o esportare i propri prodotti in Polonia e Lituania....»

Condividi questa pagina