Meditel

La Meditel s.r.l. è una impresa medio-piccola situata nella zona industriale di Battipaglia (Salerno) operante nel settore dell'elettronica industriale. Nata nell'ottobre 1999, ha da poco festeggiato il suo secondo anno di attività riportando un bilancio largamente positivo.
La Meditel è nata come outsourcer dello stabilimento Alcatel Italia di Battipaglia. Dalla scorporo di ramo di azienda ha ereditato le risorse tecnologiche ed alcune fra le migliori competenze professionali. Il legame tra le due aziende è tutt' oggi ancora particolarmente stretto in virtù di un accordo quadro di durata quadriennale che prevede la cessione, di parte dell' Alcatel, di parte delle sue commesse alla Meditel: l' outsourcing fu, a suo tempo, necessario per una serie di motivi che riflettono scelte strategiche di tipo make or buy.
Le attività della Meditel consistono in:
· Assemblaggio schede elettroniche (anche chiamate PBA, printed board assembly);
· Progettazione di schede elettroniche;
· Attività di service, nella fattispecie collaudo e riparazione di PBA e programmazione di memorie.
L'attività di assemblaggio è sviluppata sia in conto terzi (o conto lavoro) che in conto proprio (o conto pieno): infatti, il montaggio delle schede elettroniche avviene sempre sulla base delle specifiche fornite dal cliente però, mentre nel primo caso questi fornisce anche i componenti elettronici necessari, nel secondo caso è cura dell' azienda approvvigionarsi sul mercato per l'acquisto di tali componenti.
Dalle origini ad oggi, la strategia aziendale si è orientata nella direzione di una diversificazione delle attività e del portafoglio clienti, consentendo alla Meditel di diventare una impresa affermata nelle attività di progettazione, montaggio, test e riparazione di PBA.
Infatti, la direzione aziendale ha colto fin dalle origini le opportunità ma anche i rischi di essere strettamente legata allo stabilimento Alcatel di Battipaglia: il rischio è, banalmente, quello di essere soggetti alle sorti di un unico settore industriale, quello delle telecomunicazioni.
Mentre nel 1999 la quasi totalità del fatturato derivava dalle commesse Alcatel (che sono tutte in conto lavor02), oggi tale percentuale è scesa a circa 1'80%. Il rimanente proviene dalle commesse di clienti appartenenti ai settori elettromusicale, elettromedicale, automotive, quello degli elettrodomestici oltre che da altre imprese di telecomunicazioni.
La strategia di diversificazione delle attività prevede, invece, lo sviluppo di quelle attività ancora in fase embrionale, come ad esempio l'attività di progettazione.
Parallelamente a ciò, la strategia punta a ricercare nicchie di mercato cui presentare le proprie attività di service (riparazione, collaudo, programmazione memorie): esse, infatti, oggi costituiscono il normale completamento dei processi necessari per ultimare una scheda (quelli di assemblaggio), ma possono essere offerti al cliente anche come servizi a sé stanti5. L'obiettivo di tale diversificazione è la costituzione di tre divisioni aziendali strettamente interdipendenti legate ciascuna ad una particolare attività (Meditel engineering, legata alla progettazione, Meditel manufacturing, divisione produttiva e Meditel service, deputata alle attività di service ).
Oltre alla necessità di un continuo rinnovamento tecnologico, costantemente perseguito dal management, le sfide di medio-lungo termine dell'azienda riguardano, dunque, una sempre maggiore enfasi verso le due menzionate strategie.

di Angelo Tofalo [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina