Emerson

Il gruppo Emerson è un produttore con un mercato globale molto diversificato di prodotti e sistemi elettrici, elettronici e simili; detiene da anni una posizione di leadership per quanto concerne sia il mercato sia la tecnologia. L’obiettivo dell’azienda è integrare capacità progettuali, ingegneristiche e tecnologiche in modo da fornire prodotti, sistemi e soluzioni innovative sia per i principali mercati industriali e commerciali che per i consumers (utenti finali).
Con sede a St. Louis (Missouri, Stati Uniti), oltre 100.000 dipendenti in tutto il mondo ed un fatturato 2004 di 15,6 miliardi di dollari, Emerson è una delle “Fortune 500” e la seconda “Most Admired Companies” nel comparto elettromeccanico.
All’interno del gruppo esistono più di 60 divisioni raggruppabili in base alle caratteristiche dei prodotti finali come mostrano le Figure 1 e 2.
Emerson Network Power (ENP), uno dei brand division di Emerson, è leader mondiale nelle soluzioni e tecnologie infrastrutturali per l’ICT (Information and Communication Technology) volte alla business continuity e alla protezione, alimentazione ed al controllo climatico delle infrastrutture tecnologiche.
E’ importante chiarire in breve i due concetti chiave che caratterizzano l’azienda stessa: ICT e business continuity.
Per sua natura il settore della ICT è un campo estremamente dinamico ed in continua evoluzione in ambiti temporali relativamente ristretti. Più che fornire una definizione della ICT è quindi più opportuno definire gli ambiti dove la ICT opera.
Nel caso specifico di Emerson Network Power, la ICT si presenta sia a livello manifatturiero con la produzione di macchine per il condizionamento e parti di telefonia mobile, sia a livello di servizi con la distribuzione ed il commercio all’ingrosso dei suddetti macchinari.
Per business continuity possiamo intendere tutte quelle tecnologie, procedure e soluzioni che servono a garantire all'impresa un livello minimo di operatività in caso di qualsiasi imprevisto. In generale ci si riferisce a un blocco dei sistemi informativi, ma può trattarsi anche della caduta di una linea di comunicazione, della perdita di una particolare applicazione business o di altre simili eventualità.
Per quanto possa sembrare banale sottolinearlo, mettere in piedi una infrastruttura efficace di business continuity non significa solo comprare prodotti ad hoc e metterli insieme. Ci vuole invece un approccio strutturato che va dall'analisi dei rischi che corre l'impresa, alla valutazione degli impatti che questi hanno sul business, dall'installazione delle soluzioni hardware e software alla definizione delle procedure da seguire in caso di emergenza. Il tutto ponderato secondo quelle che l'azienda considera le sue priorità di intervento e le sue capacità di spesa: da quali eventi proteggersi effettivamente e quali rischi invece correre comunque perché poco probabili o troppo costosi da evitare. Ogni scelta aziendale, purché consapevole, va rispettata.
ENP opera nel settore del condizionamento per ambienti tecnologici e gruppi frigoriferi con il marchio Liebert HIROSS, nei gruppi di continuità e sistemi di alimentazione a corrente alternata con il marchio Liebert. Tra gli altri brands dell’azienda rivestono un ruolo importante Emerson Energy Systems ed Asco, marchi storici tra i più importanti nei rispettivi segmenti tecnologici.
Al fine di garantire la piena funzionalità e l’efficienza dei sistemi nel tempo, Emerson Network Power ha messo a punto un sistema denominato “Global Service” formato da professionisti e tecnici capillarmente diffusi sul territorio nazionale (e in tutto il mondo) in grado di offrire soluzioni Service complete: dall’assistenza ai singoli elementi di impianto, alla gestione e supporto dell’intero sistema.
Uno degli obiettivi di ENP è anticipare le esigenze dei clienti in un mercato caratterizzato da sempre più rapide evoluzioni degli scenari tecnologici e di business.
Solo una costante attenzione al cliente ed un approccio orientato al problem solving possono generare vantaggi e benefici per il business.
Dopo Inghilterra, Germania, Francia, Spagna e Russia, il 1°gennaio 2005 anche in Italia viene costituita Emerson Network Power. Essa gestisce in maniera integrata tutte le attività di business precedentemente svolte sul territorio italiano da società separate del gruppo. Le società che convergono in Emerson Network Power sono Liebert Hiross Italia ed Emerson Energy Systems Italia.
L’acquisizione di Liebert Hiross da parte del gruppo Emerson ha permesso all’azienda di operare in uno scenario molto più ampio rispetto a quello in cui agiva precedentemente. Altri vantaggi che scaturiscono da questo assorbimento sono rappresentati dalla possibilità di operare con una R&D (Research and Development) globale e a diretto contatto con i maggiori OEM (Original Equipment Manufacturer) e l’opportunità di fornire ai clienti delle soluzioni complete, come sono quelle offerte dal portafoglio prodotti di Emerson Network Power, con un più alto valore aggiunto. La stabilità finanziaria e la serietà del gruppo di sicuro contribuiscono a quello che viene definito “Value Selling”. Infine, l’omogeneità degli elementi di business continuity permetterà di offrire un’immagine unitaria del gruppo. Attualmente, poiché ci si trova ancora in una fase “iniziale”, permangono delle problematiche a livello di identificazione sia a livello strutturale che di branding.
Emerson Network Power opera in Italia e a livello internazionale offrendo soluzioni integrate ossia ha un ruolo attivo dalla fase di progettazione alla realizzazione e gestione di infrastrutture di reti di telecomunicazioni. Il servizio che viene offerto è quindi un servizio a 360°: dalla pianificazione si procede con la realizzazione, lo sviluppo, il controllo e la manutenzione, per arrivare alla gestione dei sistemi e soluzioni per conto del cliente. Le competenze maturate permettono di comprendere rapidamente i fabbisogni dei clienti, consigliare le soluzioni migliori e garantire risposte complete che utilizzano sistemi propri e/o all’occorrenza integrati con quanto di meglio il mercato offre in fatto di tecnologia. La società è in grado di garantire interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di altissima qualità 24 ore su 24 e 365 giorni all'anno, nonché attività di aggiornamento delle reti esistenti, grazie ad una presenza capillare sul territorio.

di Lucia Mafrici [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina