Google: l’irresistibile ascesa

È il marchio più potente al mondo

La classifica Brandz Top 100, sviluppata dalla società di comunicazione Millward Brown, evidenzia come il patrimonio del gruppo “Google”, pari a 66,4 miliardi di dollari, sia il numero uno al mondo, battendo aziende come la “General Electric”, la “Coca Cola” e Microsoft, che scendendo al terzo posto, non solo ha perso il podio ma anche l’11% del suo valore.
Se la percentuale di crescita è stata notevole (il 77%), l’ascesa di Google non è stata una sorpresa, considerate le varie operazioni strategiche attuate nel 2006.
In effetti la classifica Brandz determina il valore di una marca moltiplicando i suoi risultati finanziari con la capacità di crescita a breve termine. Così, il notevole incremento di Luois Vuitton (+16%), prima marca francese, rivela un forte potenziale, grazie soprattutto alla crescente domanda dei mercati emergenti.
Allo stesso modo la Nokia, numero uno europeo e dodicesima al mondo, è cresciuta del 19%, grazie ad un’offerta tecnologica sempre più ampia.
Google è diventata la marca più conosciuta al mondo grazie alla sua capacità di arrivare a tutti i consumatori, utilizzando molteplici servizi e prodotti: oltre l’acquisto di YouTube e della piattaforma JotSpot, sono state introdotte novità nel campo dei VideoPlayer, delle Chat, su Google Earth e su Gmail.
La recente acquisizione di “DoubleClick”, e gli accordi con Clear Channel, dovrebbero garantire un ulteriore passo avanti per l’anno prossimo, confermando così una supremazia acquisita.

Condividi questa pagina