Feltrinelli

La storia del Gruppo Feltrinelli, affonda le sue radici nei primi anni Cinquanta.
L’intento del fondatore Giangiacomo Feltrinelli, era quello di “creare una struttura in grado di abbracciare le varie fasi del processo editoriale: dall’edizione alla distribuzione intermedia, fino alla vendita al dettaglio di libri”.
La Giangiacomo Feltrinelli Editore nasce nel 1955, ma già nel 1957 con l'apertura della libreria di Pisa, prende forma la catena di Librerie Feltrinelli. Seguono le inaugurazioni delle librerie di Milano (1957 e 1961), Genova (1959), Firenze (1962), Roma (1964). Sono librerie all'avanguardia: ampi settori dedicati ai libri tascabili e la vendita, rompendo ogni tradizione e soprattutto a libero servizio.
Di anno in anno la catena delle librerie continua a crescere coprendo le principali realtà metropolitane, ma arrivando anche a capoluoghi minori come Pescara o Ancona.
Nel maggio 1989 viene fondata la Feltrinelli International S.r.l., volta ad operare nel mercato delle vendite al pubblico di libri, prevalentemente in lingua straniera. La catena consta attualmente di 5 librerie: Bologna, Padova, Firenze, Roma e Milano.
Nel dicembre 1995 il Gruppo acquista, da BMG, i negozi RicordiMediaStores, oggi la maggiore catena italiana per la distribuzione di musica. Cd, musicassette, dischi, video, spartiti, partiture, prodotti multimediali, strumenti, libri, biglietti per concerti: 18 punti vendita in 16 città. Un passo avanti importante per il Gruppo Feltrinelli, che sviluppa così una linea di prodotto complementare a quella del libro, sfruttando l’esperienza già maturata nel settore.
Il 1° ottobre 1998, abbandonata da tempo l’attività di distribuzione intermedia, avviene la scissione tra l’attività editoriale e la rete di vendita al dettaglio: nascono, in un’ottica di razionalizzazione e focalizzazione dei due business, due diverse società: Giangiacomo Feltrinelli Editore e Librerie Feltrinelli.
Tra le innovazioni del gruppo, nel 2001 inizia lo sviluppo di un nuovo formato multiprodotto sotto l'insegna la Feltrinelli Libri e Musica. Con questa idea, simbolo della nuova sinergia fra libri e musica, la Feltrinelli propone ai suoi clienti un inedito cocktail di pagine, immagini e note: i più innovativi store di libri, musica e home video in Italia.
Quattordici fino ad oggi i negozi aperti: Vigevano, Piacenza, Alessandria, Udine e Cremona nel formato pensato per le città di provincia; a Napoli, a Milano, in Piazza Piemonte e Corso Buenos Aires, a Bari, a Torino e a Roma i megastore, fino ad arrivare alle recenti aperture a Roma e Torino.
Nell'agosto 2001 Librerie Feltrinelli conclude un accordo per l’acquisto della catena di librerie gestita da RCS Libri, un network di negozi distribuiti in tutta Italia, cui si aggiunge a partire dal 2002 un nuovo formato di negozio: la Feltrinelli Village, libri, dischi, video all'interno dei grandi centri commerciali. Il primo negozio di questa nuovissima concezione è stato inaugurato al Lingotto di Torino nel 2002, ma ad esso ne sono seguiti altri in tutta Italia, fino agli attuali 26 punti vendita.
Il punto vendita di Milano, inaugurato il 7 febbraio 2002, è situato in Piazza Piemonte, 2. Il piano terra è soprattutto il luogo della musica di tendenza e della multimedialità, mentre il livello superiore ospita il core business del marchio Feltrinelli e cioè libri di ogni tipo. In ultimo, il reparto musica colta che occupa il terzo piano.
Non troviamo la solita libreria, bensì un luogo dove sperimentare la “cultura” a tutto tondo: editoria, musica/video e multimedialità.
I formati distributivi con cui Feltrinelli si presenta sul mercato sono molteplici. Tale eterogeneità di formati è riassunta dal concept “La Feltrinelli, un volto solo dalle molteplici anime, tutte da scoprire”.

Condividi questa pagina