Economia e fumetti: un successo dell’editoria internazionale

La finanza interpretata dai disegnatori

Sulle orme del personaggio di Largo Winch (il miliardario in blue jeans), le cui avventure hanno venduto quattro milioni di copie in tutto il mondo, si profilano all’orizzonte nuove pubblicazioni che metteranno in scena personaggi strettamente legati all’economia, alla grande finanza e all’alta tecnologia..
Da Trust, a Shangai Fusion, da Segreti Bancari a IRS (il cui protagonista era un esattore statunitense delle imposte): i fumetti eonomici sono in cima alle vendite.
Dal 1990, anno della pubblicazione del primo libro di Largo Winch, gli editori si sono resi conto che, nell’era della globalizzazione, di OPA aggressive, di stock option, di fusioni, acquisizioni e Joint Ventures, l’evoluzione internazionale, mescolata a giochi strategici, poteva fornire innumerevoli spunti al mondo dei fumetti.
In Giappone i manga sull’economia trionfano; lo dimostrano le vendite della rivista “Big Comic Superior”, che ha pubblicato nel 2001 il fumetto sulla vita di Carlos Ghosn, il “salvatore” della Nissan, e la popolarità di Executive Managing Director Shima Kosaku, la storia di un quadro d’azienda “non complessato”, che lavora in un mondo di impiegati disillusi.

Condividi questa pagina