Blu

Blu è controllato da Autostrade (32%); British Telecom (20%); Distacom, Edizioni Holding (Benetton), Mediaset (ognuna con il 9%), Bnl, Palatinus (Gruppo Caltagirone) e Italgas (ognuna il 7%). Come gestore Gsm, Blu è il quarto e probabilmente l’ultimo; poi arriverà (e concorrerà anche Blu) l’ondata degli Umts, quelli che convogliano dati e immagini senza limiti e trasformano il cellulare in un computer per navigare in Rete.
Il nuovo gestore è diventato operativo il soli 10 mesi, battendo i tempi degli altri; dai 20 dipendenti dell’agosto 1999 a fine anno arriverà a 1.500 e nel 2001 a 3mila.
La partnership avviata nel Dicembre del 1999 tra Nortel Networks e BLU, ha avuto come principale obiettivo il programma di fornitura volto alla realizzazione della Rete radiomobile GSM (DCS) 1800 sul territorio italiano, in linea con le autorizzazioni ottenute da BLU con licenza ministeriale il 4 Agosto 1999.
Nortel Networks ha basato la propria capacità di offerta sul possesso di un know-how specifico e sulla capacità di allineare, anche in corso d'opera, la composizione e la qualità delle infrastrutture fornite. Ciò al fine di garantire a BLU il miglior livello prestazionale e di risultato. La rete radiomobile di Nortel Networks per BLU si compone come segue:
- 100% degli apparati NSS (Network Switching Subsystem da installarsi nei siti individuati da BLU;
- 100% IN (Intelligent Network) comprensivo delle applicazioni e servizi di SMS, Voice Mail, OEM, OTAC/WIG IVR, PPAS, prepaid administation e del Network Management System sviluppato in base agli standard di BLU;
- 30% degli apparati BSS (Base Station Subsystem) comprensivo di oltre 750 BTS installate nelle principali città ed aree italiana.
Inoltre Nortel Networks ha provveduto alla definizione e completa integrazione della rete, assumendo la responsablità per l'interfaccia degli apparati forniti, dei sistemi, dei protocolli di segnalazione, al fine di consentire lo sviluppo della rete.
Per BLU, Nortel Networks, leader a livello mondiale per la realizzazione di piattaforme applicative IP, ha reso disponibili tutte le specifiche di interfaccia necessarie per consentire la piena integrazione della Rete con i sistemi di "Information Technologies-IT".
Ma il Progetto Rete di Nortel, oltre ad un costante sviluppo sia come implementazione, sia dimensionale in linea con le necessità del Cliente, prevede il costante "collaudo" delle infrastrutture, una qualificata assistenza tecnica, l'esecuzione di prove e field, trials e formazione del personale specializzato. La realizzazione della rete prevede 3 fasi, con scadenze successive, fino al completamento previsto per il 30 Giugno 2001.
Per quanto riguarda il roaming, non è stato ancora risolto il contenzioso con Tim (che aveva chiesto per l’utilizzo della rete un prezzo giudicato da Blu troppo alto). La vicenda è ancora sul tavolo dell’Authority. Intanto il roaming comincerà con Omnitel.

di Cesare Lauricella [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina