Accor

Accor, presente in 140 paesi con 147.000 collaboratori, è leader europeo e gruppo mondiale nell’universo dei viaggi, del turismo e dei servizi con due grandi attività internazionali:
- hotellerie: seconda compagnia al mondo come numero di alberghi, 3.654, e prima come numero di camere, 415.769, dislocate in 84 paesi; presenta tutti i segmenti di marca, dalle zero alle cinque stelle; ha, inoltre, diversi servizi quali casinò, agenzie viaggi e ristorazione;
- servizi alle imprese e agli enti pubblici: 13 milioni di persone, in 31 paesi, utilizzando ogni giorno una vasta gamma di prestazioni (Titoli Cartacei e Carte Elettriche per la Ristorazione e l’Alimentazione, Servizi di Assistenza alla Persona, Motivazione, Incentivazione ed Eventi) di cui Accor assicura la progettazione e la gestione.
Gli alberghi Accor sono presenti nel mondo con ben nove marchi che coprono tutti i tipi di offerta, sia quella d’affari sia quella di svago, con ogni tipologia di prezzo: Sofitel, Suitehotel, Mercure, Novotel, Formule 1, Motel 6, Etap, Red Roof Inns e Ibis.
La ripartizione geografica degli alberghi è abbastanza equilibrata con una, naturale, maggiore concentrazione in Europa (49%) e America del Nord (32%) e una più marcata dispersione in Asia e Oceania (11%), Africa (4%) e America del Sud (4%). Accor è un gruppo francese nato nel 1967 quando Paul Dubrule e Gérard Pélisson fondarono la società Sieh che realizzò il primo hotel, un Novotel a Lille. Nel 1974 fu inaugurato un Ibis a Bordeaux e l’anno seguente un Mercure.
Nel 1976 iniziò l’espansione all’estero con una struttura in Brasile; negli anni ottanta ci fu la consacrazione definitiva: sviluppo dei Sofitel, ingresso in Borsa nel 1981, il controllo nel 1982 della Jacques Borel International, importante società nel campo della ristorazione e, soprattutto leader mondiale per l’emissione dei buoni pasto Ticket Restaurant.
Il 1983 è l’anno in cui il gruppo Novotel Sieh - Jacques Borel International diventa Accor; creazione nel 1985 di un nuovo concetto di ospitalità, basato su particolari costruzioni innovative e tecniche di management all’avanguardia, con la nascita del Formule 1; nel 1988 grossa affermazione del gruppo che da vita a 100 nuovi alberghi e a 250 ristoranti, nel 1989 nasce la Sifalberghi, joint venture tra Accor e Ifil, finanziaria della famiglia Agnelli, per promuovere il gruppo anche in Italia.
Negli anni novanta il gruppo allarga i suoi orizzonti grazie anche a diverse acquisizioni e alleanze: nel 1990 appare il nuovo brand Motel 6, che attualmente è presente solo in America del Nord con circa 850 unità; nel 1991 successo nell’offerta pubblica per la Compagnia Internazionale des Wagons-Lits e du Tourisme, la quale ha sei diverse attività che sono quella alberghiera (Pullman, Etap, Plm, Altea, Arcade), l’affitto di automobili (Europacar), servizi ferroviari (Wagon-Lits), agenzie di viaggio (Wagonlit Travel), servizi di ristorazione collettiva (Eurest) e servizi di ristorazione per automobilisti (Relais Autoruote); nel 1993 nasce la Accor Asie Pacific Corporation e vengono acquistati 24 hotel in Pannonia nel programma di sviluppo in Ungheria; nel 1994 entrano a far parte del gruppo la Carlson e la Wagonlit Travel, grandi agenzie di viaggio; nel 1996 Accor diviene il leader del mercato Asiatico e di tutta la zona dell’Oceano Pacifico con 146 strutture, in 16 paesi diversi, più altre 56 in costruzione; nel 1999 acquistato il marchio Red Roof Inns per gli Stati Uniti. Nel 2000, inoltre, sono stati aperti 254 nuovi hotels, inclusi 12 Sofitel ed è stato presentato il sito www.accorhotels.com; nel 2001 lancio nel mercato europeo del marchio Suitehotels; nel 2002 sono stati stipulati importanti accordi con la Rema, famoso gruppo alberghiero tedesco, e con la Jin Jiang, compagnia alberghiera cinese, ed è stata acquistata la Davidson Trahaire, la principale compagnia di consulenza e di assistenza ai lavoratori dell’Australia.

di Andrea Castellani [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina