Choice Hotels International

Fondata nel 1939 negli Stati Uniti, Choice Hotels ha progressivamente allargato la propria presenza in tutto il mondo: oggi il gruppo americano è presente in 37 paesi, dall’Australia agli Stati Uniti. In Europa con oltre 450 hotel in 17 stati, Italia compresa. Il Nord America resta l’area in cui Choice Hotels vanta il maggior numero di alberghi (3143) e il quartier generale della compagnia (a Silver Spring, nel Maryland). Oltre 400.230 camere in 37 paesi fanno del colosso americano un punto di riferimento dell'ospitalità internazionale dal lussuoso Clarion all'economico Sleep Inn: sette marchi per tutte le fasce di mercato.
La crescita di Choice Hotels non accenna a rallentare: con oltre 728 nuove aperture già in cantiere, il gruppo americano punta a sfondare la barriera dei 50000 alberghi.
Ecco le dimensioni e i progetti di Choice hotels:
- Nord America: 4243 aperti, 552 in apertura;
- Europa : 351 hotel aperti, 30 in apertura;
- Centro e Sud America :19 hotel aperti, 31 in apertura ;
- Asia Pacifico: 464 hotel aperti, 40 in apertura;
- Medio Oriente: 3 hotel aperti, 4 in apertura;
All’ospitalità Choice Hotels fanno capo sette marchi.
Quattro di questi hanno una copertura internazionale :
1. Clarino: Alberghi di prima categoria e lusso.
2. Qualità: Alberghi di ottimo livello qualitativo e prezzi contenuti, paragonabili ai nostri quattro stelle.
3. Comfort: Alberghi per clienti attenti al budget, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.
4. Sleep-Inn: Alberghi con un buon livello di comfort a prezzi contenuti .
5. Econo Lodge: Catena di motel americani supereconomici, rinomati per il grado di pulizia.
6. Rodeway Inn: motel a prezzi contenuti, adatti soprattutto a famiglie e senior.
7. Main Stay Suites: Camere superaccessoriate per chi è costretto a lunghi soggiorni; prezzi medi.
L’Europa è oggi per Choice Hotels il secondo continente dopo il Nord America in termini di numero di camere offerte: Quasi 34 mila se si considerano gli alberghi di prossima apertura.
Lo sbarco nel vecchio continente risale alla metà degli anni ’80.
Oggi Choice Hotels ha propri uffici di rappresentanza a Londra, Parigi, Francoforte, Cork e Milano.
Lo sviluppo europeo è affidato alla società londinese Friendly Hotels plc., che agisce in qualità di master franchisees38 per l’intero continente, ad eccezione della Scandinavia.
Il gruppo alberghiero punta a superare i 25 affiliati entro il 2000. L’interesse nei
confronti dell’Italia non è di oggi: la prima affiliazione risale infatti al 1987 con l’ingresso nella catena Comfort Hotel Bolivar di Roma.
Oggi Choice Hotels è presente con il marchio Clarion (lusso) a Rimini, con il Quality ( 4 stelle) a Milano, Roma, Venezia, Vicenza, Torino, Padova, Lago d’Orta e con il marchio Comfort (3 stelle) a Roma, Milano, Venezia, Verona, Genova.
I piani della compagnia prevedono di raggiungere i 25 affiliati entro la fine dell’anno, puntando ad accrescere la propria presenza sia nelle maggiori città dove il gruppo è già presente con proprie strutture sia in città ancora scoperte, a cominciare da Firenze.
Nei prossimi anni Choice Hotels punta ad introdurre anche nel nostro paese il marchio Sleep Inn, che individua alberghi di medie dimensioni di nuova concezione con servizi alberghieri limitati e tariffe superconvenienti.
L’importanza che il mercato italiano riveste per il gruppo Choice Hotels è
testimoniata dalla presenza di un proprio ufficio a Milano, affidato a Giovanna De Barba, affiancata da Walter Petrasch, Direttore Sviluppo Italia, Simonetta Pana,Coordinatrice Ufficio, Loredana Maiello, Ufficio Gruppi e Luigi Scurti, Ufficio Vendite.Con la collaborazione di Daniel Bammembern, Franchisee Service.
L’ufficio milanese, uno dei sei presenti in Europa, si occupa della ricerca di potenziali clienti e dello sviluppo dell’attività commerciale per gli alberghi italiani e per tutta la catena. Si occupa della gestione dei gruppi, corsi di formazione, coordina le attività di marketing e assiste gli alberghi nell’utilizzo dei Link collegati con il centro prenotazioni 2001.

di Giorgio Scarfone [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina