Entrium Direct Bankers AG

Fondata nel 1990, la banca online tedesca Entrium Direct Bankers AG si sviluppa rapidamente potendo contare anche su Quelle Mail Order Group, società commerciale appartenente alla famiglia Schickedanz, e sul suo imponente database (oltre 23 milioni di nominativi) costituito dalla clientela acquisita attraverso le vendite a distanza tramite catalogo. Nata come “banca telefonica”, diviene ben presto la prima c.d.“banca diretta” in Germania e in Austria.
Entrium Direct Bankers AG entra nel listino del Neuer Markt tedesco nel mese di settembre del 1999 mediante offerta pubblica di n. 10.725.000 azioni ordinarie, pari al 29,6% del capitale sociale, ad un nominale di 1,00 Euro. La famiglia Schickedanz, direttamente ed indirettamente, controlla la maggioranza del capitale sociale sino a quando Bipop non decide di acquistarne più del 99% nel giugno del 2000. Entrium, denominata Quelle Bank fino al 26 luglio 1999, è attualmente la banca ondine leader in Germania e in Austria per numero di clienti (più di 975.000), conti correnti e crediti al consumo. Inoltre Entrium si colloca tra le prime cinque società tedesche di trading online, con circa 158.000 conti e fondi totali gestiti (customer loan, customer deposit, custody account volume) pari a 8.281 milioni di Euro. Negli ultimi due anni (2001 e 2002) si evidenzia una diminuzione delle attività e del numero di operazioni svolte su Internet, compensato tuttavia da buone performance nelle aree bancarie più tradizionali.
Tutti i dati utilizzati per l’analisi di Entrium Direct Bankers AG sono tratti da documenti pubblici, dei quali riportiamo i principali qui di seguito: - i bilanci di Entrium Direct Bankers AG dal 1999 al 2002; - la relazione del Consiglio di Amministrazione di Bipop-Carire in merito all’assemblea straordinaria tenutasi in data 26 settembre 2000 (finalizzata all’aumento di capitale per l’acquisizione di Entrium); - vari report di broker e studi di settore pubblicati nei primi mesi del 2000. Lungo tutto il processo che porta all’acquisizione di Entrium, il Consiglio di Amministrazione di Bipop-Carire si avvale della consulenza della società Rothschild Italia. Quest’ultima, nella relazione sopraccitata relativa all’assemblea straordinaria del 26 settembre 2000, presenta un’analisi completa di Entrium, soffermandosi sulla storia e l’attività della stessa banca tedesca, gli effetti dell’acquisizione sull’azionariato e sull’attività di Bipop, la struttura del contratto, i criteri di valutazione e il metodo di valutazione (multipli di mercato) in base ai quali si è determinato il prezzo di emissione. La determinazione del prezzo di emissione compiuta da Rothschild Italia, e di conseguenza tutta l’analisi sottostante, è rivista e nella sostanza confermata dalla società di revisione di Bipop, la KPMG SpA, chiamata a emettere il proprio giudizio ai sensi dell’art. 2441 c.c. La relazione di stima ex art. 2343 c.c., invece, è affidata dal Tribunale di Brescia ad un’altra società di consulenza, la PricewaterhouseCoopers SpA, la quale compie un’ampia analisi del mercato e dell’attività di Entrium e allarga la valutazione a più metodi di valutazione (non solo il metodo dei multipli, ma anche delle quotazioni di borsa).
Utilizzando la relazione di Rothschild Italia come filo conduttore, possiamo focalizzare la nostra presentazione di Entrium Direct Bankers AG su un preciso momento storico, il 26 giugno 2000, data dell’accordo tra Bipop ed Entrium, e sui mesi antecedenti a quella data, nei quali si determina il contesto economico entro il quale si svolge l’operazione.
Rothschild Italia presenta Entrium come banca online leader in Germania con un modello operativo diversificato, una posizione rilevante sul mercato tedesco, una struttura fondamentale solida, nonché con previsioni positive di molti broker per gli anni successivi. Questi elementi sono alla base della valutazione di Entrium e della struttura dell’acquisizione stessa.

di Alessandro Lazzati [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina