Finmeccanica

Finmeccanica viene fondata nel 1948 come finanziaria di settore del gruppo Iri per coordinare e assistere le società operanti nel settore meccanico e delle costruzioni navali.
Nel 1959, con l'istituzione della Fincantieri, e nel 1986, con la cessione dell'Alfa Romeo alla Fiat, l’azienda lascia i settori della cantieristica e dell’auto.
Durante gli anni Novanta, attraverso operazioni di acquisizione, cessione, fusione, joint venture ecc. Finmeccanica diventa un grande gruppo italiano per l'industria ad alta tecnologia, con e asset produttivi consolidati anche in settori quali trasporti, energia, information technology.
Nel 2000, nel quadro delle privatizzazioni delle società dell'Iri, è avviata l'immissione sul mercato delle azioni del gruppo Finmeccanica. Dal punto di vista proprietario, quindi, Finmeccanica spa è quotata alla borsa di Milano e il suo capitale è detenuto per circa due terzi da investitori istituzionali e dal pubblico indistinto italiano, con il rimanente 32,3% controllato dal ministero dell'Economia italiano.
Oggi, il Gruppo Finmeccanica è la prima realtà operante nel settore delle alte tecnologie in Italia, guidato da Finmeccanica spa, holding di controllo industriale e strategico. Le sue attività sono concentrate nei settori dell'aeronautica (componenti strutturali per l'aeronautica civile e velivoli completi per l'aeronautica militare da combattimento e da trasporto; trasformazione e revisione di aeromobili), elicotteristica (progettazione e produzione di elicotteri per usi civili e militari), spazio (progettazione, sviluppo e produzione di satelliti per usi militari e civili e componenti per strutture orbitanti) e difesa (progettazione, sviluppo e produzione di sistemi missilistici, sistemi radar, sistemi di comando e controllo terrestri e navali, sistemi di controllo del traffico aereo, sistemi ed equipaggiamenti avionici, sistemi d'arma terrestri e subacquei). Importanti competenze e asset produttivi sono stati consolidati anche in settori quali trasporti, energia, information technology.
Le società controllate da Finmeccanica, direttamente e indirettamente, sono oltre 100 in Italia e all'estero, per un totale di quasi 47.000 addetti.
Il gruppo Finmeccanica è una realtà di eccellenza nel settore europeo e mondiale dell’aereospazio e della difesa, presente con ruoli e responsabilità di primo piano nei maggiori programmi internazionali. Oltre alle posizioni di leadership raggiunte in questi comparti, il gruppo Finmeccanica vanta asset e una tradizione di prestigio anche nei settori dell’information technology, dell’energia e dei trasporti.
Questo orientamento all’eccellenza nella tecnologia e nelle competenze, passa anche attraverso una strategia di internazionalizzazione e un impegno crescente nelle attività di Ricerca e Sviluppo, con un investimento annuo pari ad oltre il 12% dei ricavi.
Gli ultimi ricavi sono relativi al primo trimestre 2004, sono risultati pari a 1,8 miliardi di euro, sostanzialmente in linea con lo stesso periodo dello scorso esercizio. Il margine operativo lordo è stato di 97 milioni di euro, in flessione rispetto ai 128 milioni di euro del primo trimestre 2003. In netto calo anche il risultato operativo che dai 53 milioni di euro dei primi tre mesi del 2003 è sceso a 14 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a quota 682 milioni di euro, peggiorato di 426 milioni rispetto allo stesso trimestre 2003.

di Francesco Massimo Agovino [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina