Euro Sistemi

La EURO SISTEMI S.r.l. è una società nata nel 1990 a Rende (CS), su iniziativa di alcuni imprenditori locali, con lo scopo di rivendere nel mercato calabrese prodotti informatici acquistati all’ingrosso. Ben presto gli imprenditori si resero conto che lavorare nell’ambito della distribuzione di prodotti informatici sarebbe stato molto difficoltoso per diversi motivi:
- l’elevata concorrenza nell’ambito della distribuzione locale;
- il basso valore aggiunto realizzato commercializzando l’hardware;
- l’elevata rischiosità derivante dall’alto tasso di obsolescenza dei prodotti che si traduceva in una minaccia costante di invenduto;
- il pericolo, ricorrente nel settore, delle insolvenze da parte dei creditori.
Resisi conto di ciò alcuni degli shareholders iniziali preferirono abbandonare l’impresa cedendo le proprie partecipazioni, che, nell’arco di un breve periodo di tempo, furono acquistate dall’Ing. Francesco Pucino già socio dell’azienda e da Rosito F. diventato Amministratore Unico nel 1992. L’Ing. Pucino aveva maturato esperienze in Europa e Usa sull’archiviazione ottica di documenti e pensò di convertire l’azienda da grossista di hardwarein produttrice di software.
Sfruttando le sue conoscenze tecniche concentrò il core business dell’impresa nell’archiviazione ottica di documenti e nella gestione dei flussi documentali di enti e organizzazioni. Erano gli ultimi mesi del 1991 quando si concretizzò la decisione di espandersi con l’idea di produrre software. Il software prodotto autonomamente avrebbe potuto garantire maggiore valore aggiunto rispetto al prezzo di vendita sul mercato.
Il problema della scelta del tipo di software da produrre fu risolto con una indagine di mercato, i cui risultati lasciavano intendere che limitate opportunità di sviluppo potevano ottenersi con la produzione di software gestionali (ormai core-business di altre case produttrici di software). Inoltre l’indagine esprimeva che il futuro del software avrebbe riguardato i sistemi CAD, CAE, CAM, MRP e molti altri, nonché i metodi dell’archiviazione ottica dei documenti e della lettura automatica dei dati.
L’obiettivo per cui lavorare negli anni futuri si delineò in modo ben chiaro: creare delle raccolte di documenti (testi, immagini, suoni, filmati) da trasferire su supporto digitale per dare alle informazioni maggiore fruibilità, immediata disponibilità e massima circolazione. I potenziali clienti di riferimento sarebbero stati le grandi imprese e gli Enti, cioè tutti coloro che avrebbero manifestato esigenze di una efficiente gestione e conservazione dei documenti.

di Mattia Siynardi [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina