Ikea

IKEA fu fondata nel 1943 dallo svedese Ingrav Kamprad. Il nome IKEA è l’acronimo delle iniziali del fondatore (I. K.) e di Elmtaryd e Agunnaryd, la fattoria ed il villaggio dove Kamprad crebbe.
Inizialmente IKEA vendeva di tutto dalle cornici alle penne, dagli orologi ai gioielli mo solo nel 1947 i mobili furono inseriti nell’assortimento e dal 1951 divennero il prodotto principale dell’attività del gruppo.
Oggi IKEA è presente in trenta paesi con una rete commerciale di 202 negozi e si appresta a sbarcare in Cina ed in India.
Il fatturato si aggira intorno ai dodici miliardi di euro ed è realizzato in gran parte in Europa.
Il gruppo IKEA appartiene ad una fondazione, la Stichting INGKA Foundation, che ha sede in Olanda.
La fondazione è proprietaria di INGKA Holding B.V., la casa madre di tutte le aziende del gruppo IKEA: dal Gruppo Industriale Swedwood alle organizzazioni di vendita proprietarie dei negozi IKEA nelle diverse nazioni.
Inter IKEA Systems B.V. è proprietaria del marchio IKEA ed ha contratti di franchising con tutti i punti di vendita IKEA del mondo, la maggior parte dei quali fanno parte del gruppo IKEA.
L’idea commerciale dell’IKEA è quella di offrire ai clienti un vasto assortimento di articoli di arredo dal design accurato, dalla buona funzionalità e a prezzi contenuti così da permettere al maggior numero possibile di persone di acquistarli. Tutto questo significa soddisfare le esigenze di arredamento della gente di tutto il mondo.
Lo sbarco del gruppo in Italia avviene nel 1989 quando si apre il primo punto di vendita a Torino.
Oggi i punti vendita IKEA nel nostro Paese sono nove, con un fatturato complessivo nell’esercizio appena concluso di oltre settecento milioni di euro dando lavoro a più di tremila persone.
L’Italia rappresenta un mercato importantissimo per il colosso svedese sia per le vendite, che nel 2004 hanno subito un incremento del 16,8%, superiore a quella media del gruppo (13%), sia per gli acquisti, che rappresentano il 7% complessivo dei prodotti comprati da IKEA per la produzione e la commercializzazione.

Condividi questa pagina