Gruppo DM

Il gruppo DM è composto di due società, la DM spei-orion e la DM elektron, che operano nel campo dei circuiti stampati. I maggiori azionisti del gruppo sono Marco Asquini e Dario Melchior. Il primo è un imprenditore che attualmente non opera all’interno del gruppo, perché impegnato nella gestione della Seleco S.p.A.. Il secondo è un dottore commercialista con esperienza nel campo amministrativo; prima di intraprendere l’attività imprenditoriale egli ha ricoperto incarichi dirigenziali in un’industria friulana. L’esperienza maturata nel campo industriale ha permesso a Dario Melchior e a Marco Asquini, nel marzo 2001, di avvicinarsi al settore dell’elettronica, acquistando delle quote di Speiorion S.p.A. (Melchior e Asquini possedevano il 40% delle quote) società sita in San Lorenzo Isontino e specializzata nella produzione di circuiti stampati (PCB, printed circuit boards). Speiorion S.p.A. opera su una superficie di 3500 metri quadri e occupa circa 80 dipendenti. La Speiorion è presente nel mercato dell’elettronica dal 1989, per la precisione nasce nel 1993 dalla fusione tra Spei Italia S.p.A. (fondata nel 1989) e Orion S.r.l. (fondata anch’essa nel 1989). Questa partecipazione azionaria e l’attività svolta in azienda hanno permesso a Melchior e ad Asquini di conoscere il mercato dell’elettronica, e in modo approfondito quello del circuito stampato.
Il primo ottobre 2002 Dario Melchior, assieme a Marco Asquini, hanno acquistato lo stabilimento produttivo di Buja da Flextronics (7500 metri quadri e circa 250 dipendenti). La storia dello stabilimento di Buja parte da più lontano; la società Elektron fu fondata nel 1982, nel 1995 incominciò un percorso di riorganizzazione e ristrutturazione prendendo il nome di SanMarco Elektron e nel 2000 ci fu l’alleanza con Flextronics. Quest’ultima è una grande multinazionale americana che nel 2002 decise di chiudere lo stabilimento di Buja per aprirne uno simile in Austria.
Il percorso imprenditoriale intrapreso da Melchior e Asquini segue una strategia di verticalizzazione, infatti, DMSpeiorion produce i circuiti stampati mentre DMElektron svolge la fase successiva che è l’assemblaggio di componenti sul circuito stampato. La strategia è volta ad aumentare la quota di mercato, aggiungendo il business dell’assemblaggio ad un’impresa che già realizzava il prodotto elettronico custom per eccellenza, il circuito stampato. Un circuito stampato è il supporto che s’installa in ogni tipo di prodotto elettronico permettendo la trasmissione dei segnali. Il circuito viene costruito attraverso un complesso processo di meccanica, ottica e chimica; la sua costruzione necessita di prodotti high tech e materie prime molto specifiche.
Per consolidare ed accrescere l’attività del gruppo nel 2003 fu aperto uno stabilimento produttivo a Sessa Aurunca chiamato dm elektron Sexa. La localizzazione doveva permettere al gruppo di servire i clienti presenti nella zona industriale campana, ad esempio FIAT (Cassino) oppure Merloni (Teverola). Lo stabilimento produttivo contava un’area produttiva di 8500 metri quadri e gli investimenti previsti erano di circa 22 milioni di euro. Quest’iniziativa però non ha avuto un esito positivo e quindi dopo pochi mesi lo stabilimento è stato chiuso.
Il gruppo oltre a investire capitali per accrescere le proprie capacità produttive ha stretto delle partnership per l’ingengerizzazione dei prodotti. Dal 2003 opera in collaborazione con EFI, Telicom, Eurotech e inTech. Mentre nel 2004 sono state strette alleanze con partner Asiatici (in Cina a Zhongshan, Singapore e Shenyang).

Condividi questa pagina