Technogym: il Wellness made in Italy

L’innovazione in palestra

Technogym, nel 2005, è stata eletta dalla rivista "Fortune" tra le 10 società “Great Place to Work” d’Europa, e nello stesso anno ha vinto il “Premio Risultati 2005”, istituito da Bain e C., in collaborazione con l’Università Bocconi, quale riconoscimento alle “aziende che continuano a creare valore nel tempo”.
Azienda fondata nel 1983 da Nervo Alessandri, Technogym è leader nella produzione di attrezzature per il fitness e per la riabilitazione biomedica.
Il successo nasce all’interno, ovvero un team di 1.400 collaboratori con un’età media di 30 anni distribuiti tra 12 filiali in Europa, Asia, America, e si concretizza in una continua crescita economica.
La storia dell’idea di Alessandri è costellata di grandi innovazioni nel mondo dei macchinari per l’allenamento indoor:
- dalla linea nata dallo sviluppo della tecnologia CPR (constant pulse rate, cioè battito cardiaco costante),un sistema grazie al quale l'attrezzo è regolato, in tempo reale, dal battito cardiaco dell'utente,
- passando per la XTLine, linea per l'allenamento cardiovascolare degli arti superiori e inferiori composta da cinque attrezzi;
- fino ad arrivare alla Kinesis, la soluzione che rivoluziona il concetto di attività fisica, puntando a recuperare la naturalità del movimento.

Da sottolineare la volontà della società romagnola di sponsorizzare i grandi eventi sportivi:
le Olimpiadi e Paralimpiadi di Sydney 2000, Atene 2004 e Torino 2006, i Mondiali di Calcio 2006 ed infine l’America’s Cup 2007; una forte presenza del marchio proprio per evidenziare che l'utilizzo mirato e specifico di attrezzature sportive trasforma l'allenamento in un processo continuo di crescita e miglioramento della performance sportiva.

Condividi questa pagina