Industria macellazione Ghinzelli Marino

La decisione di trasformare la "Industria macellazione Ghinzelli Marino S.r.l." in "Industria macellazione Ghinzelli Marino S.p.A." viene presa dall'assemblea straordinaria della società convocata in forma totalitaria il giorno 28\09\1978. L'ordine del giorno30 di quell'assemblea è composto dai seguenti punti:
1. Trasformazione della società a responsabilità limitata in società per azioni e contemporaneo aumento del capitale sociale da lire 20.000.000 a lire 600.000.000, mediante emissione di numero 600.000 azioni del valore nominale di lire 1.000 ciascuna da offrire ai vecchi soci in proporzione del capitale già da ciascuno posseduto; e modalità di attuazione del proposto aumento di capitale.
2. . Istituzione del Collegio Sindacale e nomina dei suoi componenti per il triennio 1978\1980.
3. . Varie ed eventuali.
La presidenza dell'assemblea viene assunta dal richiedente signor Marino Ghinzelli il quale constata che sono presenti sei soci rappresentanti in proprio l'intero capitale sociale, tra essi vi sono gli amministratori: Ghinzelli Marino, Rizzi Achille, Bolognesi Fausto. A quel punto, dichiarata validamente costituita l'assemblea, inizia la discussione sull'oggetto all'ordine del giorno. Il presidente prende la parola esponendo innanzi tutto le ragioni che hanno indotto il Consiglio di Amministrazione a proporre la trasformazione della società, tra di esse mette in particolare rilievo il progettato aumento rilevante di capitale (da venti a seicento milioni di lire), operazione necessaria al fine di intensificare la produzione della Società.
Il collocamento del nuovo capitale verrebbe assicurato dai soci, i quali si sono già dichiarati disposti a sottoscriverlo, in proporzione alle quote possedute, ed a versarlo immediatamente.
Chiusa la discussione dei vari punti il presidente dell'assemblea mette quindi in votazione l'ordine del giorno. L'assemblea della società "Industria macellazione Ghinzelli Marino S.r.l." udita la relazione del presidente delibera:
1. Di trasformare la Società dall'attuale sua forma in quella di Società per azioni, la quale dovrà assumere la denominazione "Industria macellazione Ghinzelli Marino S.p.A.";
2. Di stabilire che la Società sarà retta nella nuova forma di statuto composto di ventisei articoli.
3. Di aumentare il capitale sociale da lire 20.000.000 a lire 600.000.000 mediante emissione di numero 600.000 azioni da lire 1.000 ciascuna, riconoscendo che il capitale sociale della Società, tuttora esistente nella somma di lire 20.000.000, sarà rappresentato da 20.000 azioni da lire 1.000 cadauna che verranno assegnate ai soci in un numero proporzionale al valore nominale delle rispettive quote. Tale ordine del giorno viene approvato all'unanimità.
In seguito i soci dichiarano di sottoscrivere e di versare immediatamente alle casse sociali il deliberato aumento nella misura proporzionale alle quote possedute e pari a totali lire 580.000.000.
Il presidente del Consiglio d'Amministrazione dà atto pertanto che il capitale sociale di lire 600.000.000 è interamente versato alle casse sociali e che le 600.000 azioni che costituiscono il capitale sociale della Società trasformata spettano ai soci nelle seguenti misure:
- al socio Ghinzelli Marino numero 258.000 azioni pari a quota di capitale di lire 258.000.000;
- al socio Rizzi Achille numero 90.000 azioni pari a quota di capitale di lire 90.000.000;
- al socio Bolognesi Fausto numero 90.000 azioni pari a quota di capitale di lire 90.000.000;
- al socio Gemma Angelo numero 54.000 azioni pari a quota di capitale di lire 54.000.000;
- al socio Caffelli Luigi numero 54.000 azioni pari a quota di capitale di lire 54.000.000.
Il Consiglio d'Amministrazione è autorizzato ad emettere le dette numero 600.000 azioni e ad intestarle ai soci nelle su indicate proporzioni.
Per quanto riguarda il punto due dell'ordine del giorno l'Assemblea con voto unanime delibera:
a) a comporre il primo consiglio d'Amministrazione per il triennio 1978\1980
vengono confermati gli attuali consiglieri Ghinzelli, Rizzi e Bolognesi, con gli
stessi poteri.
b) A comporre il Collegio Sindacale per il medesimo trienni vengono nominati i
signori:
- Stassano Dr. Mario,
- Stassano Rag. Irene,
- Lupi Rag. Maria Luisa,
- Ruggeri Dr. Osvaldo,
- Saccani Dr. Franco.
Il Presidente viene infine delegato dall'Assemblea ad introdurre nel verbale della stessa tutte le modifiche e varianti eventualmente richieste dalle competenti autorità in sede di omologazione della delibera.

di Dimitri Bellini [Visita la sua tesi »]

Condividi questa pagina