Aspetti dell'economia di Terra d'Otranto tra 1861 e 1914

In questi appunti si riassume il libro 'Tra terra e mare. Aspetti dell'economia di Terra d'Otranto (1861-1914)' di Mastrolia.
I principali temi affrontati sono l'economia vitivinicola e l'economia basata sul porto e quindi sull'attività via mare.
Si parla ad esempio dell'importanza della Scuola Nautica di Taranto, l'importanza del carbone nei porti salentine e le prime società di navigazione

Per scaricare questo appunto in PDF è necessario essere loggati, se non sei nostro utente registrati!

« Torna alla lista

 

Indice dei contenuti:

  1. Caratteristiche della Terra d'Otranto
  2. Viticoltura ed enti vinicoli nella Terra d'Otranto
  3. Lavori portuali a Brindisi
  4. Lavorazione e commercio delle botti nella Terra d'Otranto
  5. La reale scuola nautica di Taranto
  6. Federico Libertini e la bonifica di Fricule
  7. L'importanza del carbone nello sviluppo dei porti salentini
  8. Banca popolare di Firenze, Martina e Torre Santa Susanna nella Terra d'Otranto
  9. Associazioni di mutuo soccorso nella Terra d'Otranto
  10. Le ditte Riccardi e Nuzzo di Galatone
  11. La prima società di navigazione a vapore salentina “I caricatori riuniti”
  12. Brindisi e la "Valigia delle Indie"

 

Vuoi approfondire gli argomenti di questo documento?

  • otranto
  • economia regionale
  • bonifiche
  • brindisi
  • viticultura
  • mutuo soccorso
  • mare
  • porto

Dettagli dei contenuti:

  • Autore: Marco D'Andrea[Visita la sua tesi: "La Statistica nel Betting"]
  • Facoltà: Economia
  • Corso: Economia e Finanza
  • Esame: Storia Economica
  • Docente: F. Mastrolia
  • Titolo del libro: Tra terra e mare. Aspetti dell'economia di Terra d'Otranto (1861-1914)
  • Autore del libro: F. Mastrolia
  • Anno pubblicazione: 2010